»

Set 14

Stampa Articolo

Benvenuti

Un caloroso saluto alle ragazze e ai ragazzi della 4E del liceo classico Aristofane, che ho già avuto modo di conoscere oggi a scuola.

Riassumo qui alcune delle cose dette in classe su criteri di valutazione, attrezzature, materiale didattico, compiti in classe e a casa ecc.

Le attività in classe (lezioni, esercitazioni, attività di laboratorio) sono fondamentali e costituiranno la parte più importante del lavoro che svolgerete durante l’anno; per questo è opportuno prestare la massima attenzione, lavorare con impegno e non disturbare i compagni, se si vogliono raggiungere risultati soddisfacenti. Un comportamento corretto e responsabile e un impegno costante sono le migliori assicurazioni contro l’insuccesso in matematica.

Ovviamente vi saranno assegnati dei compiti da fare a casa: alcuni saranno esercizi di routine, non saranno controllati ma pretenderò che li sappiate rifare in classe. Ciò significa che potreste evitare di farli, se vi sentite abbastanza sicuri, oppure che abbiate bisogno di farne più di quanti ne abbia assegnati. In alcuni casi chiederò di scrivere una relazione o un articolo, discutere e/o risolvere un problema che dovrete poi consegnarmi in classe. In tal caso siete tenuti a consegnare il lavoro, che sarà poi valutato da me in un secondo momento.

Interrogazioni e compiti in classe: la distinzione tra voto orale e scritto è abbastanza artificiosa, quasi tutto ciò che farete avrà forma scritta. Non ho intenzione di completare estenuanti (per me) cicli di interrogazioni, diciamo che ogni vostro intervento, che sia sollecitato o spontaneo, potrà essere valutato come prova orale. Inoltre ricadranno sotto questa categoria i test che somministrerò durante l’anno e alcune esercitazioni in laboratorio. Il voto scritto sarà determinato dai voti dei compiti in classe (in genere due nel primo periodo e quattro nel secondo).

E’ bene dire che la valutazione finale consta di un unico voto e terrà conto delle prove orali, scritte, delle esercitazioni di laboratorio e dei compiti assegnati a casa. Spiegherò in un secondo momento come intendo valutare.

Cosa bisogna portare a scuola durante le ore di matematica? A parte penna e quaderno (magari grande, ancora meglio con fogli mobili…), è necessario avere una calcolatrice, che si può e si deve usare. Non è consentito usare la calcolatrice del telefonino, quindi chi non la porta con sé dovrà chiederla in prestito ad un compagno di classe. Se poi avete un portatile ancora meglio, ma ne riparleremo. Portate anche un blocchetto di post-it, ne avremo bisogno. Per i compiti in classe dovrete usare normali fogli protocollo, non accetto compiti su foglietti volanti o improvvisati. Io porterò la mia scorta di fogli (tanto c’è sempre qualcuno che lo dimentica), ma non ne approfittate!

Libro di testo: non è necessario che lo portino tutti, basta averne uno per banco, potete accordarvi con il vostro compagno/a di banco per dividere il peso. Lo userete più che altro per gli esercizi di routine, a volte per studiare qualche argomento ma sapendo di cosa si tratta non credo che si consumerà molto…

Non mi pare di dover aggiungere altro, per ora, ma se avete domande potete farle qui, nei commenti.

Ah, BUON ANNO SCOLASTICO!! 🙂

{lang: 'it'}

Permalink link a questo articolo: http://www.mateblog.it/benvenuti/

Rispondi